Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

DISCORSO

Saluto del Presidente Napolitano per l'evento in mondovisione del Rigoletto a Mantova


Palazzo del Quirinale, 04/09/2010

Quel che oggi viene presentato a un pubblico vastissimo, in mondovisione, è uno dei capolavori rappresentativi della grande tradizione dell'opera lirica italiana. Siamo orgogliosi di questa tradizione, che caratterizza il nostro paese per la geniale, originale combinazione di dramma, talvolta di storia giocosa, di musica e canto. Il Rigoletto è una celebre creazione del nostro massimo compositore Giuseppe Verdi : nelle vicende che Verdi mette in scena, nelle sue melodie e nei confronti tra i personaggi delle sue opere, si rispecchiano quell'amore per la libertà e quella rivendicazione di dignità e indipendenza per la propria nazione che sono stati sentimenti universalmente diffusi nel secolo XIX e che hanno condotto 150 anni fa l'Italia a unirsi per divenire un moderno Stato europeo.

Care telespettatrici e cari telespettatori di tutto il mondo, grazie alla tecnica innovativa del "film in diretta" già sperimentata dalla televisione pubblica italiana RAI in precedenti spettacoli, farete conoscenza di luoghi e palazzi d'arte come quelli della città di Mantova, vedrete all'opera grandi cantanti e nostri maestri della regia e dell'allestimento scenico. Come Presidente della Repubblica italiana, mi auguro che ciò accrescerà ancora di più il vostro interesse e la vostra simpatia per l'Italia. Dal canto nostro, cercheremo di essere anche nel prossimo futuro all'altezza della vostra fiducia, all'altezza delle nostre tradizioni migliori, nel campo della cultura e dell'arte e in ogni altro campo. Vi ringrazio e saluto cordialmente. E ora godiamoci insieme una bella visione del Rigoletto.