Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  pagina iniziale /  Onorificenze / conferimenti

Dettaglio decorato

Forlani Ten. Gen. Aus. Luciano

Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Luogo di nascita: Pescara (PE)

Data del conferimento: 27/12/1999

Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana

Luogo di nascita: Pescara (PE)

Data del conferimento: 02/06/1993

Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Commendatore dell'Ordine Militare d'Italia

Tenente Generale (aus.)

Luogo di nascita: Pescara (PE)

Data del conferimento: 28/05/2003

motivazione:

Comandante della Forza Multinazionale di Protezione in Albania, operava con indiscussa professionalità, elevatissima capacità organizzativa e virile coraggio, inculcando in tutti i dipendenti gli alti valori morali connessi con la delicata operazione di pace ed infondendo in essi fiducia e sicurezza. In particolare, durante lo svolgimento dei due turni elettorali previsti per il rinnovo del Parlamento ed al seguito del verificarsi di violenti scontri tra polizia albanese e manifestanti, poneva in essere un dispositivo di controllo e di sicurezza nella città di Tirana, che consentiva il regolare sviluppo delle stesse, esponendosi più volte in prima persona e mettendo, talvolta, in serio pericolo la propria incolumità per risolvere eventi caratterizzati da grande tensione, ben consapevole dei rischi che potevano manifestarsi. La sua lineare ed intelligente azione di comando, sempre corroborata dall’esempio, ha permesso alla Forza di esprimere al meglio le proprie capacità operative decretando, per la prima operazione multinazionale a guida italiana, un successo tanto meritato quanto lusinghiero, evidenziando, così, nel suo comportamento durante tutto il periodo comprovata perizia, senso di responsabilità e valore. Tirana (Albania) 16 aprile 1997 – 11 agosto 1997.

Medaglia d'oro al valore dell'Esercito

Gen. C.A.

Luogo di nascita: Pescara (PE)

Data del conferimento: 02/10/1997

motivazione:

"Comandante della Forza multinazionale di protezione in Albania, operava con altissima professionalità, grande equilibrio, elevatissima capacità organizzativa e consapevole coraggio, trasmettendo a tutti i dipendenti gli alti valori morali connessi alla delicata operazione di pace ed infondendo in essi fiducia e sicurezza. Grazie alla sua guida ferma, intelligente e determinata, improntata all'equilibrio anche nelle circostanze più critiche, è stato possibile amalgamare unità provenienti da Paesi assai eterogenei per precedenti militari, tradizioni e cultura. In un contesto caratterizzato da forti tensioni sociopolitiche e scarsa capacità di controllo governativo, sapeva cogliere gli aspetti fondamentali della complessa realtà locale, guadagnando per se e per l'intero contingente multinazionale l'incondizionata stima sia della classe dirigente che della popolazione albanese. La sua lineare ed intelligente azione di comando, sempre corroborata dall'esempio, ha permesso alla forza di esprimere al meglio le proprie capacità operative, facendo si che venissero pienamente raggiunti tutti gli obiettivi prefissati entro i limiti temporali previsti dal mandato e decretando per la prima operazione a guida italiana un successo tanto meritato quanto lusinghiero, dal quale traggono rafforzato prestigio l'intera Nazione e le sue Forze armate". Tirana (Albania), 16 aprile 1997-11 agosto 1997.

Croce d'argento al merito dell'Esercito

Tenente Generale Aus.

Luogo di nascita: Pescara (PE)

Data del conferimento: 05/10/2004

motivazione:

"Ufficiale Generale in possesso di spiccate capacità intellettuali e professionali, dotato di eccezionale carisma, si è prodigato senza riserve, in ogni circostanza, nell'espletamento degli onerosissimi incarichi da lui ricoperti, tra i quali emergono quello di vice comandante del 3° corpo d'armata e comandante designato della divisione italiana del corpo d'armata di reazione rapida di ACE, di comandante del 3° corpo d'armata e di comandante operativo delle forze di proiezione. ha servito per oltre quarantaquattro anni l'esercito italiano ed il paese contribuendo ad accrescerne ed a rafforzarne il lustro ed il prestigio anche in ambito internazionale". Roma, 05 Novembre 2003