Presidenza della Repubblica

menu di navigazione

percorso:  pagina iniziale /  Onorificenze / conferimenti

Dettaglio decorato

GIANNATTASIO Ten. Gen. Pietro

Commendatore dell'Ordine Militare d'Italia

Data del conferimento: 28/05/2003

motivazione:

Capo del III Reparto (Impiego delle Forze) dello SME, responsabile fin dall’inizio dell’esigenza dell’organizzazione e del controllo operativo del Contingente italiano in Libano, assolveva il compito con perizia, competenza, senso di responsabilità, lodevole iniziativa e completa disponibilità. Intelligente e dinamico interprete delle direttive ricevute, contribuiva in modo determinante a rendere incisiva ed efficace l’attività del Contingente mediante l’accuratezza della pianificazione, la chiarezza delle disposizioni attuative e la continua azione di controllo in loco con frequenze anche settimanali. Esemplare, inoltre, il suo comportamento nel realizzare il tempestivo ripristino delle dotazioni di munizioni del Battaglione Paracadutisti, distrutte da fuoco ostile, mediante un rapido afflusso dei materiali all’aeroporto di Pisa ed il loro trasporto a Beirut con una formazione di aerei su uno dei quali egli stesso prendeva posto anche per accertarsi di eventuali ulteriori necessità del Contingente: missione rilevatasi rischiosa, in quanto l’aeroporto di Beirut era soggetto a tiri di artiglieria. L’Ufficiale, in condizioni di elevato pericolo, restava in zona espletando, con sicura perizia, le funzioni relative al controllo operativo di cui era titolare. In tale veste ha offerto concreto esempio di elevata professionalità, esaltata da altissimo senso del dovere e provato consapevole coraggio, contribuendo così ad accrescere in Italia e all’estero il prestigio delle Forze Armate impegnate per la prima volta in operazioni di pace dopo la seconda Guerra Mondiale (1982-1984). Nell’esercizio delle sue responsabilità esprimeva altissime doti di organizzatore, di ideatore e di comandante, contribuendo validamente al successo di tali operazioni e rappresentando un sicuro esempio per le giovani generazioni di comandanti. Roma, 26 settembre 1982 – 26 febbraio 1984