Presidenza dellaRepubblica

Condividi sui social

percorso pagina

Introduzione

Il potere di grazia

I provvedimenti di clemenza individuale e le pratiche di grazia del Presidente Mattarella al 31 gennaio 2017

Dal suo insediamento (3 febbraio 2015), il Presidente Mattarella ha adottato 5 provvedimenti di clemenza individuale. Si è trattato di 2 decreti di grazia per pene detentive temporanee (di cui uno anche per la pena accessoria inflitta con la condanna) e di 3 decreti con cui sono state concesse grazie parziali (riduzione della pena detentiva temporanea).

Nessuno dei provvedimenti di grazia è stato adottato su difforme avviso del Ministro competente o in assenza di domanda dell’interessato.

Nei primi due anni di Presidenza, sono state sottoposte all’attenzione del Presidente Mattarella sia le pratiche che hanno dato luogo all’adozione dei 4 provvedimenti di grazia sia altre 733 domande (o proposte) di grazia oppure di commutazione di pene. Di esse 485 sono state rigettate e 249 archiviate o “poste agli atti”.

Delle domande rigettate, 117 hanno riguardato condannati la cui pena non era in corso di esecuzione perché era stata concessa la sospensione condizionale o perché l’esecuzione della pena detentiva era stata sospesa a norma dell’art. 656 c.p.p., ovvero condannati che sin dall’inizio dell’esecuzione della pena, o dopo un periodo di detenzione carceraria, erano stati ammessi a misure alternative al carcere (affidamento in prova; detenzione domiciliare: semilibertà): in questi casi il Presidente delle Repubblica ha ritenuto che le esigenze poste a fondamento della domanda di clemenza risultassero già adeguatamente tutelate per effetto degli ordinari strumenti personali, sostanziali e processuali, e penitenziari (Corte cost., sent. n. 200/06).

In 130 ulteriori casi, l’archiviazione della pratica è stata disposta direttamente dall’Ufficio. E’ accaduto quando la domanda di clemenza era palesemente priva dei requisiti che potevano consentirne la trattazione (per esemplificare, domande provenienti da soggetti non legittimati ovvero relative a provvedimenti estranei all’ambito del potere di clemenza individuale, domande prive di sottoscrizione, domande del tutto generiche la cui finalità non è stata chiarita dall’interessato pur dopo sollecitazione da parte dell’Ufficio).

Complessivamente, sono state ad oggi trattate e definite dal Presidente Mattarella 868 pratiche di grazia o commutazione di pena.